Shopping cart
€0,00

In cosa consiste l’aggiornamento per ASPP?

ASPP formazione e aggiornamento

L’ obbligo di aggiornamento per l’ASPP

ASPP formazione e aggiornamentoL’obbligo dell’aggiornamento, soprattutto per le figure che ricoprono un ruolo in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro, si inquadra a pieno titolo nella dimensione della life long learning cioè della formazione continua nell’arco della vita lavorativa. L’aggiornamento, proprio come ad esempio il nostro aggiornamento corso ASPP, non deve essere di carattere generale o una mera riproduzione di argomenti e contenuti già proposti nei corsi base ma deve trattare evoluzioni, innovazioni, applicazioni pratiche e approfondimenti collegate al contesto produttivo e ai rischi specifici del settore.

Quali sono le tematiche dell’aggiornamento corso ASPP?

Queste le tematiche oggetto di aggiornamento per gli ASPP:

  •  aspetti giuridico-normativi e tecnico-organizzativi; sistemi di gestione e processi organizzativi;
  •  fonti di rischio specifiche dell’attività lavorativa o del settore produttivo dove viene esercitato il ruolo compresi quelli riguardanti gruppi di lavoratori esposti a rischi particolari, quelli collegati allo stress lavoro-correlato, quelli riguardanti le lavoratrici in stato di gravidanza, nonché quelli connessi alle differenze di genere, all’età, alla provenienza da altri Paesi e quelli connessi alla specifica tipologia contrattuale attraverso cui viene resa la prestazione di lavoro;
  •  tecniche di comunicazione, volte all’informazione e formazione dei lavoratori in tema di promozione della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.

Quanto dura l’aggiornamento ASPP?

Le ore minime complessive dell’aggiornamento ASPP sono 20 ore da distribuire nell’arco temporale del quinquennio successivo a quando si è ottenuto l’attestato per poter ricoprire il ruolo di Addetto alla Sicurezza ed alla Prevenzione e Protezione.

Per i corsi di aggiornamento sono richiesti:

  1. numero massimo di partecipanti ad ogni corso pari a 35;
  2. la tenuta del registro di presenza dei partecipanti da parte del soggetto che realizza il corso.

L’aggiornamento è consentito, per tutto il monte ore, in modalità e-learning secondo i criteri previsti nell’allegato II. L’aggiornamento può essere ottemperato anche per mezzo della partecipazione a convegni o seminari, a condizione che essi trattino delle materie o i cui contenuti siano coerenti con quanto indicato nell’Accordo e comunque per un numero di ore che non può essere superiore al 50% del totale di ore di aggiornamento complessivo quindi per l’ASPP ammontano a 10 ore.

L’accordo richiede la tenuta del registro di presenza dei partecipanti da parte del soggetto che realizza l’iniziativa mentre non vi è alcun vincolo sul numero massimo di partecipanti. Gli organizzatori di eventi o seminari o della formazione in modalità e-learning devono essere organizzati e realizzati dai soggetti formatori che rispettino le caratteristiche proprio come noi di corsisicurezzalavoroweb.it che siamo specializzati nella formazione tramite corsi online sicurezza sul lavoro.

Quando decorre l’aggiornamento ASPP?

L’aggiornamento ASPP ha decorrenza quinquennale e parte dalla conclusione del Modulo B comune. Per i soggetti esonerati invece  l’obbligo di aggiornamento quinquennale decorre

  1.  dalla data di entrata in vigore del d.lgs. n. 81/2008 e cioè dal 15 maggio 2008;
  2.  dalla data di conseguimento della laurea, se avvenuta dopo il 15 maggio 2008.

L’assenza della regolare frequenza ai corsi di aggiornamento, qualora previsti, non fa venir meno il credito formativo maturato dalla regolare frequenza ai corsi abilitanti e il completamento dell’aggiornamento, pur se effettuato in ritardo, consente di ritornare ad eseguire la funzione esercitata.
Tuttavia, per poter esercitare la propria funzione gli ASPP dovranno, in ogni istante, poter dimostrare che nel quinquennio antecedente hanno partecipato a corsi di formazione per un numero di ore non inferiore a quello minimo previsto.

Partecipazione ad altri corsi di aggiornamento e compatibilità

L’Accordo specifica poi che: “Ai fini dell’aggiornamento corso RSPP e ASPP, la partecipazione a corsi di formazione finalizzati all’ottenimento e/o all’aggiornamento di qualifiche specifiche come quelle(per esempio), dei dirigenti e dei preposti dei lavoratori incaricati dell’attuazione delle misure di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave e immediato, di salvataggio, di primo soccorso e, comunque, di gestione delle emergenze di cui agli arti 44, 45 e 46 del d.lgs. n. 81/2008, non è da ritenersi valida”.

Inoltre, con riferimento al punto 8 dell’Accordo, la partecipazione ai corsi di specializzazione (Modulo B-SP1, Corso RSPP modulo B-SP2, B-SP3, B-SP4) non è valida ai fini dell’aggiornamento per ASPP. Mentre la partecipazione a corsi di aggiornamento per formatore per la sicurezza sul lavoro, ai sensi del decreto interministeriale 6 marzo 2013, è da ritenersi valida e viceversa così pure come la partecipazione a corsi di aggiornamento per coordinatore per la sicurezza.

 

Approfondimenti
Previous reading
La Circolare dei Vigili del fuoco sui corsi di aggiornamento Antincendio
Next reading
Datore di Lavoro RSPP: quale formazione?