Shopping cart
€0,00

L’addetto Ponteggi

Chi è e cosa fa l'addetto ai ponteggi

Scopri chi è e cosa fa l’addetto ponteggi prima di frequentare il nostro Corso per addetto ponteggi

Chi è e cosa fa l'addetto ai ponteggiL’addetto ponteggi o Montatore di ponteggi o Ponteggiatore, monta, smonta e trasforma diverse tipologie di ponteggi che consentono il lavoro in sicurezza all’interno di un cantiere.

Si tratta di un’attività che si deve svolgere in piena sicurezza e seguendo le istruzione contenute nel libretto di autorizzazione ministeriale del ponteggio o un piano di montaggio, uso e smontaggio del ponteggio (PiMUS) redatto dal datore di lavoro o dal progettista secondo la normativa. Come avrai già capito quindi, per poter svolgere questa professione dovrai quindi frequentare un corso sicurezza sul lavoro.

I tipi di ponteggi

I ponteggi possono essere a struttura in legno o metallica fissa sia a giunti e tubi, che prefabbricati oppure trabatelli (ponti su ruote). Possono essere impiegati esclusivamente ponteggi la cui costruzione, commercializzazione ed impiego è autorizzato dal Ministero delle Attività Produttive.

Dove opera l’addetto ponteggi?

Il Ponteggiatore opera nel settore delle costruzioni edili all’interno dei cantieri, alle dipendenze di imprese edili o imprese specializzate nell’installazione di ponteggi di ogni dimensione e normalmente fa riferimento  al capo cantiere o al tecnico di cantiere dell’impresa. Si tratta di un’attività che prevede continui sforzi fisici e carichi di pesi ad altezze elevate e su superfici strette e relativamente mobili. Per questo è richiesto l’uso dell’attrezzatura antinfortunistica e il rispetto delle norme di sicurezza specifiche previste per i cantieri edili e per le opere in quota.

Prerequisiti

Corso per addetto ponteggi PIMUSIl D.Lgs. 235/03 (Requisiti minimi di sicurezza e di salute per l’uso delle attrezzature per i lavori in quota) sancisce l’obbligo dell’abilitazione degli addetti al montaggio, smontaggio e trasformazione dei ponteggi. Tale decreto prevede per i datori di lavoro l’obbligo di redigere, a mezzo di persona competente ed in funzione della sua complessità, un piano di montaggio, uso e smontaggio del ponteggio scelto (PiMUS) nonché di assicurarsi che i ponteggi siano montati, smontati o trasformati sotto la sorveglianza di un preposto e ad opera di lavoratori che abbiano ricevuta una adeguata formazione teorico-pratica e l’abilitazione all’esercizio di tale attività.

Percorsi Formativi

Per poter intraprendere la professione di addetto a ponteggi è necessaria una qualifica professionale oltre ad una adeguata formazione teorico-pratica con acquisizione dell’abilitazione all’esercizio di tale attività. L’accordo Conferenza Stato, Regioni e Province Autonome del 26 gennaio 2006, stabilisce che il percorso formativo obbligatorio ha una durata pari a 28 ore tra parte teorica e pratica, prevede inoltre una prova di verifica intermedia (questionario a risposta multipla) abilitante alla prosecuzione del corso ed un esame finale per il rilascio dell’attestato. Sono previsti “Moduli di aggiornamento” periodici obbligatori di 4 ore ogni 4 anni.

 

Approfondimenti
Pagina precedente
Competenze e conoscenze dell’addetto ai ponteggi
Pagina successiva
Datore di lavoro: quando può essere nominato RSPP?
error: Il contenuto è protetto !!