Shopping cart
€0,00

Datore di lavoro: quando può essere nominato RSPP?

Corso RSPP datori di lavoro

Corso RSPP datori di lavoroCome stabilisce il Testo Unico sulla Sicurezza, in tutte le attività (dal settore dell’agricoltura fino ai bar, ristoranti, agenzie di viaggio ed immobiliari…) che presentano almeno un dipendente, il Datore di Lavoro è sempre obbligato a nominare un RSPP o responsabile del servizio di protezione e prevenzione.

La mancata designazione del RSPP è sanzionata con l’arresto da tre a sei mesi oppure con l’ammenda da 2.740 a 7.014,40 euro.

I datori di lavoro RSPP

Il Datore di Lavoro può assumere in prima persona il ruolo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) per la propria impresa solo nei seguenti casi:

  • Aziende artigiane fino a 30 addetti;
  • Aziende industriali fino a 30 addetti (sono escluse le attività di cui all’Art.1 del D.Lgs. 334/99 – Normativa SEVESO: aziende soggette all’obbligo di dichiarazione o notifica, centrali termoelettriche, impianti o laboratori nucleari, aziende estrattive ed altre attività minerarie, per la fabbricazione ed il deposito separato di esplosivi, polveri, munizioni, strutture di ricovero pubbliche e/o private);
  • Aziende agricole e zootecniche fino a 10 addetti;
  • aziende della pesca fino a 20 addetti;
  • altre aziende fino a 200 addetti.

I Corsi RSPP datori di lavoro

Il D.Lgs. 81/08 prevede un percorso formativo dedicato ai Datori di Lavoro RSPP, di cui l’Accordo della Conferenza Stato-Regioni del 21/12/2011 ha dettagliato la durata ed i contenuti. I percorsi formativi sono articolati in funzione della classificazione di rischio dell’azienda ed hanno durata differente:

Nel caso in cui si fosse inabilitato ad assumere il ruolo di RSPP, il titolare dovrà nominare un RSPP esterno.

Infine, tutti i Datori di Lavoro con funzione di RSPP devono obbligatoriamente aggiornarsi frequentando un aggiornamento corso RSPP datore di lavoro. La durata minima dei corsi di aggiornamento è di 6, 10 e 14 ore rispettivamente per attività a rischio basso, medio e alto. L’aggiornamento va OBBLIGATORIAMENTE ottemperato entro i 5 anni successivi all’acquisizione del titolo e, poi in seguito, ogni 5 anni. In caso di mancato aggiornamento, la funzione di RSPP Datore di Lavoro verrà congelata fino a quando non verrà completato l’aggiornamento.

Approfondimenti
Previous reading
L’addetto Ponteggi
Next reading
Preposto alla Sicurezza: Chi è e cosa fa